Carta dei diritti universali del Lavoro – 28 gennaio 2016

Direttivo straordinaio a carattere seminariale di presentazione e discussione della “Carta dei diritti universali del Lavoro” della CGIL.

La Carta, che dopo la consultazione tra gli iscritti nei territori e luoghi di lavoro, è diventata una proposta di legge di iniziativa popolare, mira a innovare gli strumenti contrattuali, a dare attuazione agli articoli 39 e 46 della Costituzione, dal’erga omnes alla rappresentanza sindacale, alla partecipazione dei lavoratori alle decisioni e ai risultati delle imprese e modifica profondamente lo stesso tradizionale approccio duale tra lavoro autonomo e lavoro dipendente, spazzato via dalla progressiva frammentazione del mercato del lavoro.

Il lavoro autonomo e professionale è coinvolto in modo strutturale e finalmente si declinano principi generali e diritti fondamentali, riconosciuti ed estesi a tutti, indipendentemente dalla tipologia lavorativa o contrattuale, in modo differenziato, così da tenere conto delle specificità del lavoro autonomo.

Un cambio di paradigma epocale.


Programma dell’iniziativa


Slide di Roberto Voza, Direttore del dipartmento di Giurisprudenza, Università di Bari

1, 2, 3


Dispositivo approvato all’unanimità dal Comitato Direttivo Agenquadri


Testo della Carta dei diritti universali del lavoro


Commentario al testo della Carta


Volantone informativo


 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.